Ristoratori costretti all’asporto e a pagare commissioni ai big del mercato!

Amedia7 News   •   01 Dicembre 2020

Ristoratori costretti all’asporto e a pagare commissioni ai big del mercato!

Nella foto vediamo la situazione di molti ristoratori locali, costretti all’asporto e a pagare laute commissioni ai big del web, dopo aver speso quattrini per sanificare e predisporre i locali al distanziamento e alla sicurezza.

Una scena impietosa destinata a ripetersi ancora per molto tempo e in buona parte della nostra penisola.

Mentre i nostri ristoratori locali sono in difficoltà, le grandi piattaforme della prenotazione e food delivery online si stanno fregando le mani e registrano vendite record sul sudore della fronte dei nostri concittadini.

Reagire si, ma in modo coordinato

I ristoratori esasperati, reagiscono , qualcuno organizza manifestazioni, qualcuno cerca di diffondere post su facebook informando la comunità locale sulla possibilità di effettuare ordini con whatsapp…ma la verità è che siamo ancora troppo poco coordinati e poco efficaci se agiamo in modo isolato e indipendente.

Dobbiamo accettare il fatto che la digitalizzazione della nostra economia è una realtà. Passiamo tutta la giornata con il nostro ristorante a portata di mano: lo smartphone. (certo niente a che vedere con una bella cena nel tuo locale preferito…)

Mentre protestiamo con scarso successo, mentre postiamo su Facebook per raggiungere potenziali clienti con poca efficacia, i colossi fanno comparire sugli smartphone i loro negozi virtuali…offrono i vostri piatti migliori e servizi di delivery impeccabili.. macinano ordini secondo dopo secondo guadagnando sul vostro lavoro, drenando fatturato al commercio locale che non è ancora predisposto per competere su questo fronte.

Reagiamo insieme con gli stessi strumenti !

Cosa fare per reagire concretamente ?

Di fronte a questo complesso scenario è necessario capire cosa fare concretamente per reagire al contesto.

Sicuramente andare online con IL TUO TAKE AWAY non è più un’opzione ma una necessità, indipendentemente dalla crisi sanitaria attuale.

Gli utenti che acquistano online sono 38 milioni in Italia, e si stanno abituando di giorno in giorno a comprare da casadallo smartphone e non possono farlo oggi presso il tuo take awayquesto è un problema da gestire.

Perchè non devi farlo da solo

Naturalmente, la risposta al cosa fare non è banale, ma certamente dobbiamo unire le forze, creare un marketplace completamente dedicato al commercio locale e dobbiamo informare insieme i nostri clienti sensibilizzandoli sull’importanza di sostenere la nostra economia.

Andare online CON IL TUO TAKE AWAY da solo implica costi importanti per predisporre il tuo e-commerce ma non finisce qui…

Infatti realizzato l’e-commerce dovrai farti trovare dai clienti, e soprattutto se sei un commerciante locale, non avrai quasi mai la forza economica per riuscire a permetterti di spendere migliaia di euro in marketing online…senza considerare il tempo che dovrai dedicare a quest’attività.

Andare online da solo significa investire molti soldi e molte energie raccogliendo scarsi risultati…se lo facciamo tutti insieme…la musica cambia!

Una buona azione di marketing online può attirare nuovi entranti e sottrarre parte del fatturato che oggi finisce altrove.

Come fare per agire?

Ti proponiamo di unirti a noi, perchè oggi “Davide da solo non sconfigge più Golia“!

Ma tanti Signor “Rossi” insieme e coordinati posso fare la differenza.

Non siamo una multinazionale, ma cittadini che cercano di fare qualcosa di concreto per reagire alla crisi attuale creando le basi per competere quando questa crisi, speriamo presto, sarà terminata.

Applichiamo tariffe talmente modeste che non copriamo i costi di realizzazione dell’e-commerce ma, investiamo sul nostro futuro insieme a voi.

Non sottovalutare queste ultime parole…

L’e-commerce sembra essere più che mai una strada verso la quale il mercato e gli utenti stanno andando con sempre maggior forza.

Non esclude l’attività fisica tradizionale di vendita, ma riteniamo che agire adesso per creare un’alternativa ai colossi dedicata ai negozi locali sia fondamentale per preservare nel medio e lungo periodo il nostro tessuto economico locale.

Grazie per il tuo tempo

Staff Amedia 7.it

Sommario
Ristoratori costretti all’asporto e a pagare commissioni ai big del mercato!
Titolo dell'articolo
Ristoratori costretti all’asporto e a pagare commissioni ai big del mercato!
Descrizione
Mentre i nostri ristoratori locali sono in difficoltà, le grandi piattaforme della prenotazione e food delivery online, registrano vendite record sul sudore della fronte dei nostri concittadini. Reagiamo insieme con gli stessi strumenti!
Autore
Nome dell'editore
Amedia 7 Srl
Logo editore